lunedì 12 maggio 2008

Figurine



I passi avevano una voce allungata
mentre ti avvicinavi
passando dietro le mie giovani spalle
nemmeno un gesto al mio viso girato
solo i tuoi occhi fissi
poi entravi e piano chiudevi la porta
sentivo nell’altro l’assenza e le risa
e in te il suo ciondolare di spalle.
I grilli agitavano il vento
Le lucertole restavano al sole.
Poi uscivi dopo il silenzio
E con il cielo nei passi
mi attraversavi
mentre rimanevo seduto
e barattavo le carte
con un amico immaginario.

2 commenti:

Pamelia ha detto...

You write very well.

Anonimo ha detto...

thank you.
mauro